mercoledì 25 novembre 2020

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Cetraro: Il Cif ha organizzato il ''Premio Donna 2020''. Alle ore 17:30 diretta streaming

 


Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Tante le iniziative sul Tirreno cosentino per non smettere di ricordare che la violenza di genera lede la dignità altrui.

Tra poco, a partire dalle ore 17:30, appuntamento in diretta streaming sulla piattaforma zoom, promosso dal Centro italiano femminile di Cetraro. Il convegno è moderato da Concetta Grosso, presidente provinciale del Cif di Cosenza, coadiuvata dalla giornalista, Fabrizia Arcuri, e da Nicoletta Toselli della redazione di Radio1one Scalea, incaricata della comunicazione dell’evento.

Attesa per la consegna dei premi a donne che si sono distinte in ogni ambito culturale, economico e politico. 


Secondo il presidente provinciale del Cif, Concetta Grosso, “il premio viene indetto per  dare un maggiore segnale di presenza e di riflessione sulla tematica dove l’esperienza dell’associazionismo cattolico, in particolare del Cif, è sempre in prima linea nella gestione dei servizi i quali svolgono un’azione di sostegno o di supplenza nei confronti dello Stato sociale. Fenomeno, quello della violenza sulle donne e sui minori, che porta ad una violazione dei diritti umani e della salute pubblica. L’invito, per il futuro, è quello di un impegno costante, a favore dell’attuazione di una piena dignità della donna che Papa Francesco descrive come colei che  sta “nelle periferie della nostra società”.



Quest’anno, le premiate sono:

Giancarla Rondinelli, giornalista Ra e inviata speciale del programma di Rai 1 “Porta a Porta;

Marianna Presta, storica esponente socialista calabrese;

Emilia Urso Anfuso, giornalista, conduttrice radiofonica e scrittrice. Collabora con importanti testate di politica, economia e attualità, quali il quotidiano “Libero”;

Imma Giuliani, criminologa, consulente di format tv Rai come ‘’Chi l’ha Visto?’’;

Daniela Poggiolini, psicologa, trainer di Pnl terapeutica, supervisore di Emdr e docente di comunicazione e Pnl all’Istituto di comunicazione olistica sociale;

Graziella Mazza, psicoterapeuta, presidente dell’associazione Promethes, responsabile del master in criminologia.

A loro, si affiancheranno specialisti del settore come il criminologo, Sergio Caruso, gli avvocati penalisti, Luigi Alfano e Sabrina Rondinelli, e Maria Esposito, direttrice del centro di istruzione e formazione professionale ‘’Athena’’.

Presenti al simposio online anche i consiglieri regionali Antonio De Caprio e Giuseppe Aieta, il presidente nazionale del Cif,  Renata Natili Micheli, il padre spirituale del Cif,  Don Loris Sbarra, la segretaria del Cif, Antonella Iovine, e la presidente del Cif di Cetraro, Debora Toto.

Ci sarà spazio per un momento di riflessione con la lettura di una poesia della scrittrice di Diamante, Melania Mauro.

Da Diamante arriva il plauso dell’Amministrazione comunale. 


“La città dei murales – ha dichiarato il sindaco, Ernesto Magorno - non mancherà  di dare il suo  contributo con le iniziative messe in campo, nel rispetto delle regole anti – covid.  Seguirò, con una certa emozione, il convegno di Cetraro, organizzato dal Centro italiano femminile, che seguiremo sulla nostra pagina facebook, nel corso del quale sarà assegnato il “Premio donna 2000” a mia madre, Marianna Presta. È l’emozione di un figlio che si unisce al senso dei riconoscenza che si deve ad una donna – continua Magorno - che ha speso la sua vita per il bene della sua gente e del suo territorio. È il sentimento autentico e profondo di gratitudine che si ci dà la vita, la forza, la speranza illuminando la nostra esistenza. Ricordiamolo oggi, questo sentimento, unendoci tutti nel dire Si alla Vita e No ad ogni forma di violenza sulle donne”.

Al primo cittadino di Diamante fa eco il consigliere comunale con delega al welfare, Ornella Perrone.

"E’ un grande orgoglio per la nostra comunità il riconoscimento 'Premio donna 2000' che sarà assegnato alla signora Marianna Presta a Cetraro nell’ambito di un importante iniziativa  per la Giornata contro la violenza alle donne. La signora, Nina Presta, rappresenta un riferimento per la sua coraggiosa azione politica, portata avanti in tempi nei quali non era facile fare politica per le donne e per i grandi risultati ottenuti in favore della nostra Città e di tutto il territorio. Il suo è un percorso esemplare al quale tutta la nostra comunità guarda con ammirazione e gratitudine”.

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...