martedì 15 dicembre 2020

L'Ema anticipa al 21 dicembre la riunione per decidere sul vaccino Pfizer - BioNTech. In Italia, la campagna vaccinale potrebbe partire la fine dell'anno

 


L'Agenzia europea per i medicinali si riunirà il 21 dicembre per decidere sul vaccino Pfizer-BioNTech.

La data è stata spostata "dopo aver ricevuto nuovi dati" sul vaccino anti-covid.

"Ogni giorno conta – ha scritto su Twitter  la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen -. Lavoriamo alla massima velocità per autorizzare i vaccini per il Covid 19.

Accolgo le novità dell'Ema che anticipano l'incontro per discutere del vaccino Pfizer-BionTech prima di Natale. Probabile che i primi europei siano vaccinati prima della fine del 2020".

Secondo Guido Rasi, ex direttore esecutivo dell’Ema "il previsto passaggio alla Commissione europea per l'approvazione definitiva al vaccino anti - Covid Pfizer-BionTech potrebbe avvenire  con tutta probabilità  entro 48 ore dal via libera dell'Ema, e  dunque  già il 26 o 27 dicembre se l'Agenzia si pronuncerà prima di Natale.

Il vaccino – prosegue Rasi - sarebbe utilizzabile dal giorno dopo nei Paesi europei. 

Se la macchina distributiva e la logistica sono pronte, e con la contestuale e immediata validazione da parte di Aifa, la campagna vaccinale in Italia potrebbe partire già il 28-29 dicembre".

Intanto, l’Aifa, in accordo con il ministero della salute e il Commissario straordinario per l'emergenza Covid-19, ha istituito il Comitato Scientifico per la sorveglianza post-marketing dei Vaccini Covid.


La prima riunione, si è tenuta oggi sotto la presidenza dell'epidemiologo, Vittorio Demicheli, e la vicepresidenza del Dg dell'Aifa, Nicola Magrini. Il comitato, che afferisce alla Direzione generale dell'Agenzia, rimarrà in carica per due anni e potrà essere rinnovato in base all'evoluzione della pandemia e all'andamento della campagna vaccinale Covid-19.

Il CSV - Covid19 ha l'obiettivo di coordinare le attività di farmacovigilanza e collaborare al piano vaccinale relativo all'epidemia Covid-19, svolgendo una funzione strategica di supporto scientifico all'Aifa, al ministero della salute e al Servizio sanitario nazionale.


Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...