sabato 5 dicembre 2020

Covid: Italia a colori. Preoccupa l'esodo verso Sud. Boom di prenotazioni di aerei, bus e treni

 

Da domani, 6 dicembre, entreranno in vigore i nuovo ‘’colori italiani al tempo del Covid’’.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza ha firmato le ordinanze.

Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia e Umbria passano da zona arancione a gialla.

Rinnovate le misure restrittive vigenti, relative alle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Lombardia e Piemonte.

Piemonte e Lombardia, Calabria e Basilicata restano aree arancioni.

L'Abruzzo rimane in fascia rossa.

Campania, Toscana, Valle D'Aosta e la Provincia Autonoma di Bolzano passano da area rossa ad arancione.

Intanto, preoccupa il rischio di un nuovo esodo verso il Sud, in vista delle prossime festività natalizie.

In merito è intervenuto il presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana, secondo il quale “con il blocco tra regioni, nell'imminenza del Natale, c'è il rischio che il 20 ci sia un esodo di massa come fu il 7 marzo. Senza porre una data limite – continua Fontana - i cittadini dovrebbero potersi muovere gradualmente su più giornate”.

A Fontana fa eco il governatore della Sicilia, Nello Musumeci.

"Il rischio di un nuovo esodo verso il Sud – ha affermato - è un fatto reale, che non può non destare preoccupazione. Per questo ho ritenuto di chiedere al nostro Comitato scientifico di valutare alcune misure di contenimento e sorveglianza sanitaria, che vorremo condividere anche con il ministero della salute. C'è un sostanziale miglioramento in Sicilia e si inizia finalmente a vedere una progressiva regressione della pressione sulle strutture ospedaliere – ha continuato Musumeci -. Non possiamo, quindi, rischiare di far correre di nuovo il virus per comportamenti individuali che appaiono improntati a superficialità. Lo dobbiamo alle tante vittime che abbiamo avuto e alla straordinaria passione con cui migliaia di operatori hanno adempiuto con professionalità alla loro missione di vita".

Ieri, sono stati 1.365 i nuovi contagi registrati in Sicilia su 10.026 tamponi effettuati. In terapia intensiva ci sono 216 pazienti, mentre, in totale, i ricoverati con sintomi sono 1.431. In isolamento domiciliare 37.703 persone. Dall'inizio della pandemia sono stati effettuati 1.002.839 tamponi.

I timori, comunque, sono diventati realtà. Come paventato dal governatore lombardo, Attilio Fontana, si stanno concretizzando.

L'ultima notizia arriva da Alitalia secondo cui tra il 14 e il 20 dicembre, la settimana prima che scattino le restrizioni natalizie, le prenotazioni di voli sono cresciute del 50%. Un boom di prenotazioni è stato registrato anche per treni e bus.


Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...