mercoledì 27 gennaio 2021

Crisi di governo. Direzione nazionale del Pd. Zingaretti: "Chiedo un mandato alla direzione di proporre al Capo dello Stato un incarico al Presidente Conte per dar vita a un nuovo governo"

 

“Il processo di rilancio dell'azione di governo, chiesto dal Pd, è stato interrotto dalle dimissioni delle ministre di Italia Viva. Un'irresponsabile apertura della crisi politica che è stato un errore politico sbagliato e grave".

È quanto ha dichiarato il segretario Dem, Nicola Zingaretti, in un passaggio della sua relazione alla direzione nazionale del partito.

"Negli attuali equilibri parlamentari, figli della sconfitta del 2018 – ha affermato - Giuseppe Conte rappresenta un punto di equilibrio credibile.

Chiedo un mandato alla direzione, l'ipotesi di proporre al Presidente Mattarella un incarico al Presidente Conte per dare vita a un governo, raccogliendo il suo appello nella direzione della responsabilità nazionale. Un esecutivo – ha detto Zingaretti - che possa contare su un'ampia base parlamentare.

Il tema del rapporto con Iv non ha nulla a che vedere con il risentimento per il passato, ma di legittimi dubbi, fondati per il futuro. Nessun veto – ha ribadito il segretario del Pd - ma un aspetto politico da tenere in considerazione perché verremo giudicati in merito alla sincerità e credibilità delle parole, per definire il governo che decideremo insieme di sostenere. 

Non abbiamo mai voluto o auspicato elezioni politiche anticipate e non le vogliamo ora – ha chiosato Nicola Zingaretti -. Non esiste partito politico che da agosto 2019 si è caricato sulle proprie spalle l'onere di portare a compimento la legislatura, garantendo un adeguato livello di governo.

Per questo, hanno fatto bene coloro che in questi giorni, dopo l'apertura della crisi al buio, hanno segnalato questo pericolo, perché esso è reale. Segnalare per la strada il pericolo di una buca è l'esatto opposto della volontà di volerci finire dentro.

Il danno – ha ribadito Zingaretti - si compie se si nega l'esistenza di un pericolo e visto che la destra chiede e punta alle elezioni, se non si trova una soluzione su un compromesso accettabile e autorevole il rischio si concretizza. Per questo motivo, anche in queste ore siamo impegnati nel tentativo di dare vita a un governo nuovo, autorevole e riformista dove pesi il ruolo del Pd".

Finita la direzione nazionale Dem, fino alle ore 19:00 è stato messo ai voti, in forma telematica, l'ordine del giorno che approva la relazione del segretario, Nicola Zingaretti, e dà mandato alla delegazione del Pd di proporre al Presidente della Repubblica di conferire l'incarico di formare il nuovo governo a Giuseppe Conte.


Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...