lunedì 25 gennaio 2021

Crisi di governo. Di Stefano (M5s): "Sfiduciare il ministro Bonafede è come dichiarare guerra al Movimento"

 

"Di fatto sfiduciare un ministro significa che lo stai bocciando in aula. In questo caso, oltre che ministro, Alfonso Bonafede è capo delegazione del Movimento 5 Stelle, il che significa dichiarare guerra al M5s".

È quanto ha dichiarato il sottosegretario agli esteri, Manlio Di Stefano, rispondendo ad una domanda sul voto alla relazione del ministro di grazia e giustizia, a 'Un giorno da pecora' su Radio1.

"Una crisi di governo – ha affermato Di Stefano - è sempre legittima, ma bisogna rendersi contro del momento in cui si fa.

Renzi ha dimostrato di essere ampiamente inaffidabile e di non amare l'Italia. Noi con i suoi parlamentari parliamo e abbiamo lavorato bene, ma stiamo cercando di far capire loro che c'è una strada di responsabilità da seguire.

E alla domanda del no a Renzi e sì ai suoi parlamentari il sottosegretario pentastellato non ha esitato ad esprimere un "assolutamente sì. Mai più con Matteo Renzi, che non significa con i parlamentari di Iv. L oro mi sembrano le prime vittime".

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...