mercoledì 3 febbraio 2021

Per le Borse oggi è anche una giornata ricca di risultati finanziari.

 

La Borsa di Milano allunga a +3% con l'arrivo dell'ex presidente della Bce, Mario Draghi al Quirinale per l'incarico di un governo di alto profilo. Il Ftse Mib si porta a 22.731 punti. Sempre di corsa le banche con Intesa (+6,3%), Unicredit (+5,6%).

Lo spread Btp-Bund è a 103,5 punti base mentre arriva Mario Draghi al Quirinale, convocato dal presidente, Sergio Mattarella, dopo le consultazioni sulla crisi di governo e il mandato esplorativo al presidente della Camera, Roberto Fico. 

Il rendimento del decennale allo 0,55%. Lo spread, nell'attesa dell'incontro, aveva già aperto la giornata in calo rispetto alla chiusura a 116 punti di ieri. Prima delle 11 era sceso fino a 102,8 punti.

Le Borse europee procedono in rialzo e Milano tocca il 3% con l'arrivo di Mario Draghi al Quirinale per ricevere l'incarico per formare un governo istituzionale. A fine mattinata l'indice Ftse Mib avanza del 2,7% Francoforte guadagna lo 0,73%, Londra lo 0,29% e Parigi lo 0,36%. 

Gli investitori sono ottimisti e credono in una rapida approvazione del nuovo pacchetto di stimoli anti-crisi negli Usa, dove ieri il numero di persone vaccinate ha superato quelle contagiate dal Covid. 

I listini europei si mantengono tonici anche dopo il Pmi composito dell'Eurozona, che si è contratto a gennaio, frenato dal settore servizi.

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...