martedì 9 febbraio 2021

Diario di una crisi. Il piano vaccinale al centro dell'agenda del primo ministro incaricato, Mario Draghi

 

“Per accelerare il piano vaccinale, a breve dovrebbero arrivare dall’Unione europea novità positive per quanto riguarda i contratti con le ditte produttrici, mentre sul piano interno occorre lavorare sulla logistica per la loro somministrazione più rapida”.

È quanto avrebbe detto il premier incaricato Mario Draghi ai gruppi parlamentari che sta incontrando nell’ambito del secondo giro di consultazioni.

“L'accelerazione del piano vaccinale – avrebbe asserito il premier incaricato - non solo consentirebbe di accelerare anche la ripresa del numero delle persone che lavora, ma aiuterebbe anche a uscire da un clima psicologico di depressione. Il che, sarebbe un ulteriore volo a per l'economia”.

Draghi, secondo quanto si è appreso dall’Ansa, avrebbe indicato negli insegnanti e nel personale scolastico delle categorie prioritarie a cui somministrare i vaccini, mentre andrebbe implementato l'uso dei tamponi rapidi tra gli studenti.

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...