sabato 13 febbraio 2021

Nuovo governo. Daniele Franco neo ministro dell'economia. Competenza, rigore, conoscenza

 

Per Daniele Franco, il neo ministro dell'Economia e Finanze, l'ingresso nel governo che lo porterà a varcare il portone di via XX settembre rappresenta un "ritorno".

Esperto di conti pubblici, attuale direttore generale di Bankitalia, è stato Ragioniere Generale dello Stato, un ruolo dal quale ha svolto un ruolo di garanzia. Il suo curriculum garantisce a Draghi  competenza, rigore professionale e conoscenza capillare dei meccanismi del bilancio pubblico e di una pubblica amministrazione da semplificare.

L'arrivo di Franco, un uomo sempre cortese, pacato e attento a mantenere un basso profilo, segna un "tornante" culturale: la rivincita dei "tecnici" dopo la lunga stagione, seguita al Governo Monti, in cui la parola d'ordine della politica era il "primato della politica".

È anche la rivincita personale di Franco, suo malgrado al centro di un tourbillon politico che, a cavallo fra il 2018 e 2019, lo vide lasciare con amarezza la carica di Ragioniere generale dello Stato quando un messaggio privato dell'allora portavoce del premier Conte finì sui giornali esponendolo ad accuse.

L'esperienza di Franco, veneto classe 1953 di Trichiana, nel bellunese, è ineccepibile.

Dopo la laurea, master in economia in Gran Bretagna, poi una carriera, scandita da incarichi accademici, fra Bankitalia, dagli esordi dopo la laurea al rientro con Draghi Governatore, la Commissione europea dove è advisor della Dg Affari economici, la collaborazione con la Bce.

Fino alla nomina a Ragioniere generale dello Stato, nel 2013, e nel 2019 l'arrivo ai vertici di Bankitalia e, dal 2020, la nomina a numero due del Governatore e la presidenza dell'Ivass.

(Fonte Tgcom 24)

 

 

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...