sabato 13 febbraio 2021

Fibrillazioni nel M5S. Lezzi e Morra: "Ripetere la votazione su Rousseau". Beppe Grillo: "Da oggi si deve scegliere. O di qua, o di là".

 

Il senatore Morra attacca. "Il quesito su Rousseau si è scoperto non essere corrispondente al vero. 

Questo super-ministero della Transizione ecologica doveva inglobare, ad esempio, alcune competenze dell'Agricoltura o del Turismo. E doveva essere dato a qualcuno che aveva una visione.

“Non posso accettare di poter avere fiducia in un governo che mi sembra essere 'Jurassic Park' – continua Morra - con il recupero di mostri che hanno popolato il passato. 

Il M5s deve tornare ad essere una forza politica a difesa dei valori per cui è nato". 

Per la senatrice Lezzi, ci vuole un nuovo voto sulla piattaforma ‘’Rousseau’’. 

“Chiediamo che venga indetta una nuova consultazione su Rousseau – ha spiegato -. È evidente che, in assenza di riscontro, per rispettare la maggioranza degli iscritti, il voto alla fiducia è No". 

La parlamentare, sottolinea l'assenza  del "super-ministero che avrebbe dovuto prevedere la fusione tra il Mise e il ministero dell'Ambiente oggetto del quesito".

Dal canto suo, Beppe Grillo, in un lungo post sul suo blog chiede ai penta stellati una riflessione più profonda, diversa da quelle fatte finora.

"13 febbraio 2021 - scrive -.  Ti ricorderai questa data. Perché da oggi si deve scegliere. O di qua, o di là. Scegliere le idee del secolo che è finito nel 1999 oppure quelle del secolo che finirà nel 2099.

I ragazzi del 1999 - continua il post - credono ancora che spostare avanti e indietro sempre più soldi crei più prosperità.

Pensano che tutta la ricchezza creata e quella distrutta vadano sommate insieme. E chiamano questo PIL. E chiamano il PIL benessere. 

Se, invece, riesci a commuoverti per il futuro, allora sei un “ragazzo del 2099”. Allora credi che il benessere non voglia dire produrre di più, ma vivere meglio. 

Credi che le persone contino più delle cose, nel cielo vuoi più rondini e meno satelliti, nei parchi vuoi più lucciole e meno display. 

Se hai capito questo, è perché hai sentito. Perché per capire col cervello bisogna prima sentire col cuore. E’ di una transizione cerebrale di cui abbiamo bisogno".

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...