sabato 13 febbraio 2021

Governo Draghi. Gli auguri dell'Europa

 

La prima a congratularsi con Mario Draghi è stata la numero 1 della Banca Centrale europea, Christine Lagarde.

“Care congratulazioni al primo ministro Mario Draghi – scrive Lagarde in un Tweet - che ha dedicato decenni di servizio pubblico all’Europa e all’Italia. 

Gli auguro, mentre assume questo compito, di guidare il governo nel modo migliore per tutti i cittadini italiani”. 

Poco dopo è la volta del presidente del Consiglio europeo Charles Michel che su twitter utilizza l’hastag #whateverItTakes per rivolgere i suoi auguri al nuovo presidente del Consiglio scrivendo in italiano: 

“Congratulazioni al Presidente del Consiglio Mario Draghi per la formazione del nuovo governo in Italia”. 

Twitta in italiano anche la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen che già nei giorni scorsi aveva si era spesa in elogi per l’ex presidente della Bce.

"Congratulazioni a Mario Draghi, nuovo Presidente del Consiglio. 

La sua esperienza sarà una risorsa straordinaria non solo per l’Italia, ma per tutta Europa, soprattutto in un momento cosi difficile – ha scritto von der Leyen- . 

Pronta a lavorare presto insieme per la comune ripresa e per una Europa ambiziosa”. 

Il primo capo di governo a pronunciarsi è stato il premier spagnolo Pedro Sanchez che, sempre su Twitter, ha scritto 

“Auguri al Presidente del Consiglio Mario Draghi.

Confidiamo che il nuovo governo italiano affronterà le sfide che il suo Paese e tutti gli Stati europei abbiamo davanti a noi. Italia e Spagna continueranno a lavorare insieme per la ripresa e il futuro dell’Europa”. 

Dalla Germania la cancelliera Angela Merkel. 


“Auguri a Mario Draghi ogni bene! Italia e Germania collaborano per un’Europa forte e unita e per un multilateralismo che offra ai nostri giovani un futuro migliore”. 

Nel primo pomeriggio le congratulazioni del presidente francese, Emmanuel Macron, che sceglie anche lui Twitter.

 “I miei migliori auguri a Mario Draghi! Insieme, Italia e Francia hanno tanto da fare per costruire un’Europa più forte, più solidale e un nuovo multilateralismo, per offrire ai nostri giovani un futuro migliore”.

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...