lunedì 1 febbraio 2021

Crisi di governo. Giuliano Urbani (FI): "Bene Draghi come presidente della Repubblica"

 

Quando tutto manca, ecco spuntare dal cilindro la sorpresa.

Questa volta, però, i rumors potrebbero essere smentiti. Il riferimento è alla paventata scesa in campo dell’ex presidente della Bce, Mario Draghi, chiamato a formare un nuovo governo o a dirigere un super ministero dell’economia.

"Conosco troppo bene Draghi per immaginare che accetterebbe una cosa del genere – ha affermato Giuliano Urbani, uno dei fondatori di Forza Italia, legato a Mario Draghi da una vecchia amicizia che risale ai tempi dell'Università, quando erano entrambi docenti a Firenze”.

L'ex ministro del governo Berlusconi non crede alle voci che indicano l'ex presidente della Banca centrale europea primo ministro o ministro dell'Economia di un governo del presidente, in caso di fallimento del Conte ter con Matteo Renzi.

"Ora Draghi ha l'immagine di salvatore della patria – ha detto Urbani all’Adnkronos - unica risorsa del Paese per evitare il fallimento della nostra economia, ma perché dovrebbe accettare di entrare a far parte di un governo del presidente? Secondo me non accetterà, non certo per codardia, ma per raziocinio...".

'Spero, invece che Mario Draghi – ha continuato Urbani - possa fare presto il presidente della Repubblica. Sarebbe la persona giusta, la più adatta e autorevole, perché così l'Italia rassicurerebbe il più possibile l'Europa.

Con Draghi al Quirinale, per la prima volta, avremmo un presidente della Repubblica che conosce perfettamente i tedeschi e che anche per questo verrebbe da loro rispettato".

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...