venerdì 5 febbraio 2021

Effetto Draghi sui mercati finanziari. Spread scende sotto quota 100

 

Prosegue l'effetto Draghi sullo spread.

Il differenziale tra il rendimento dei Btp e dei Bund tedeschi scende a 96,5 punti, ai minimi da gennaio 2016, dopo aver aperto sul filo di quota 100.

Il tasso dei Buoni italiani è allo 0,526%. Già ieri, sulla scia dell'incarico di governo a Mario Draghi, lo spread era sceso a 99,9.

In due giorni lo spread è calato di quasi 20 punti e, secondo gli esperti, con un governo Draghi nel pieno dei poteri e un Recovery Plan all'altezza, potrebbe diminuire fino a 70 punti base, avvicinandosi al livello dello spread spagnolo, che viaggia sotto quota 60.

Una simile sforbiciata, secondo le stime degli analisti, equivarrebbe a un risparmio di circa 1,5 miliardi di euro l'anno.

Il tasso del decennale è allo 0,53%.

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...