martedì 2 febbraio 2021

Domani alle ore 12:00 Mario Draghi al Quirinale

 

Ci si avvia verso la formazione di un governo nella pienezza delle sue funzioni e diretto da una figura istituzionale di alto profilo. 

Domani mattina, alle ore 12:00 il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha convocato al Quirinale, l’ex presidente della Bce, Mario Draghi.

Mattarella ha preso atto della fase delicata in cui versa il Paese e lo ha messo al sicuro.

“La crisi sanitaria ed economica – ha affermato il Capo dello Stato dopo il colloquio con il presidente Fico - richiede un governo nella pienezza delle sue funzioni e non un governo con l'attività ridotta al minimo".

Dallo scioglimento delle Camere del 2013 sono trascorsi 4 mesi per un governo – ha continuato Mattarella -. Nel 2018 "5 mesi.

Si tratterebbe di tenere il nostro Paese con un governo senza pienezza delle funzioni in mesi cruciali. Tutte queste preoccupazioni sono ben presenti ai nostri concittadini, che chiedono risposte urgente.

Entro il mese di aprile va presentato il Recovery plan ed è fortemente auspicabile che questo avvenga prima di quella data di scadenza perché quegli indispensabili finanziamenti vengano presto.

Restano due mesi di tempo per discutere il piano con un mese ulteriore per approvarlo da parte della commissione Ue, occorrerà successivamente provvedere tempestivamente ad attuarlo.

Un governo ad attività ridotta non sarebbe in grado di farlo e non possiamo permetterci di perdere questa occasione fondamentale per il nostro futuro.

Sul versante sociale, tra l'altro, a fine marzo verrà meno il blocco dei licenziamenti e questa scadenza richiede provvedimenti di natura sociale adeguati e tempestivi".

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...