lunedì 1 febbraio 2021

Crisi di governo. Al via il toto premier e il toto ministri

 

Dal Conte Ter al governo istituzionale con l’ex presidente della Bce, Mario Draghi, passando per le figure politiche che potrebbero prendere quota se non ci dovessero essere le condizioni per un terzo incarico al premier dimissionario.

L’opzione Conte è quella invocata da più M5s, Pd e Leu. Per il primo ministro dimissionario, sarebbe il terzo governo dal 2018 dopo quello "giallo-verde" e quello "giallo-rosso".

Se non dovesse esserci un accordo su Giuseppe Conte, tra i nomi che si fanno come possibile nuovo premier c’è quello del presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico, incaricato dal Capo dello Stato, Sergio da Mattarella, ad esplorare per verificare 

Altro nome che circola per la presidenza del Consiglio è quello di Dario Franceschini, attuale ministro dei Beni e delle attività culturali, incarico già ricoperto con gli esecutivi guidati da Renzi e Gentiloni.

Proprio Paolo Gentiloni è un altro dei “papabili” successori se non si dovesse trovare l'intesa su Conte. Commissario europeo all’Economia, Gentiloni è già stato premier dal 2016 al 2018.

Mario Draghi, ex presidente della Banca centrale europea, è invece il nome che circola nel caso di un governo dal profilo istituzionale.

Per quanto riguarda la squadra di governo, sono quattro i ministri sui quali Italia viva avrebbe chiesto discontinuità. Tra questi c’è il ministro di Grazia e Giustizia, Alfonso Bonafede.

Il partito di Renzi avrebbe, inoltre, invocato un cambio anche al ministero dell’Istruzione, attualmente guidato da Lucia Azzolina, all’economia, con a capo Roberto Gualtieri e al lavoro, che vede al vertice, ora, Nunzia Catalfo.

Tra i nomi che, invece, potrebbero far parte della squadra di governo ci sono il vicesegretario del Partito Democratico, Andrea Orlando, già ministro della Giustizia, nei governi Renzi e Gentiloni e ministro dell’Ambiente con Enrico Letta. 


Anche per la parlamentare di IV, Maria Elena Boschi, c’è l’ipotesi di un ritorno nell’esecutivo. Boschi è stata sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio con Paolo Gentiloni e ministro per le riforme costituzionali con Matteo Renzi.

Potrebbe tornare nella squadra dell’esecutivo Teresa Bellanova. Il 13 gennaio scorso, la senatrice renziana si era dimessa da ministra delle Politiche agricole, insieme ad Elena Bonetti, ministra per le Pari opportunità.

Tra i nomi che si fanno come nuovo ministro c’è anche quello di Ettore Rosato, presidente di Italia Viva, relatore dell’ultima legge elettorale italiana.

(Fonte Sky Tg24)

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...