mercoledì 16 dicembre 2020

Vaccino Anti Covid in Italia. Pronto il piano

La Lombardia è la Regione che riceverà il maggior numero di dosi del vaccino anti-Covid di Pfizer e BioNTech nella prima tranche destinata all’Italia, complessivamente 1,83 milioni di dosi.

Secondo quanto previsto dal documento, messo a punto dal commissario all’emergenza, Domenico Arcuri, e discusso oggi da Stato e regioni, la Lombardia disporrà di 304.955 dosi. 

Ecco i dati Regione per Regione:

Abruzzo 25.480;

Basilicata 19.455;

Calabria 53.131;

Campania 135.890;

Emilia Romagna 183.138;

Friuli Venezia Giulia 50.094;

Lazio 179.818;

Liguria 60.142;

Lombardia 304.955;

Marche 37.872;

Molise 9.294;

Provincia autonoma di Bolzano 27.521;

Provincia autonoma di Trento 18.659;

Piemonte 170.995;

Puglia 94.526;

Sardegna 33.801;

Sicilia 129.047;

Toscana 116.240;

Umbria 16.308;

Valle d’Aosta 3.334;

Veneto 164.278.

La ripartizione delle dosi non ha trovato d’accordo tutti i governatori.

La regione Campania, che disporrà di 135.890 dosi, nel corso della riunione odierna ha criticato il piano che prevede “evidenti e immotivati squilibri fra le quote destinate alle diverse Regioni. La Campania – si legge in una nota stampa - ribadisce il dissenso su questo modo di procedere e insisterà nella richiesta di commisurare il piano a criteri oggettivi, che evitino deprecabili competizioni territoriali”.

Secondo i dati in possesso del commissario, Domenico Arcuri, relativi alle persone da vaccinare in via prioritaria, cioè gli operatori sanitari e sociosanitari e il personale e gli ospiti delle Rsa, la Lombardia ne conta 356.824, più di ogni altra regione italiana:

Abruzzo 34.748;

Basilicata 11.425;

Calabria 58.068;

Campania 150.366;

Emilia Romagna 177.186;

Friuli Venezia Giulia 56.713;

Lazio 308.494;

Liguria 72.171;

Lombardia 356.824;

Marche 39.334;

Molise 10.853;

Provincia autonoma di Bolzano 26.190;

Provincia autonoma di Trento 20.653;

Piemonte 131.430;

Puglia 49.302;

Sardegna 40.050;

Sicilia 111.449;

Toscana 51.621;

Umbria 16.285;

Veneto 146.743;

Valle d’Aosta 4.419.

In Italia, sono previsti al momento 294 punti di somministrazione del vaccino. Di questi, 222 risultano dotati delle celle ULT, i frigoriferi a temperature molto basse, necessarie per conservare a -75 gradi i vaccini prodotti da Pfizer.

Dopo il 7 gennaio, saranno 289 i punti di somministrazione che ne saranno dotati.

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...