giovedì 10 dicembre 2020

Misure stringenti per le festività natalizie. Apertura del premier Conte

Il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, avrebbe aperto una riflessione sull'opportunità di allargare le possibilità di spostamento tra Comuni a Natale.

Secondo fonti parlamentari, registrate dall’Ansa, l’apertura del primo ministro potrebbe portare a modifiche al decreto legge sul Covid o ad un aggiornamento delle Faq del governo, con un'interpretazione estensiva delle situazioni di necessità che giustificano lo spostamento tra Comuni.

Ad oggi, per quanto riguarda gli spostamenti dalle ore 22:00 alle ore 5:00 del giorno successivo, nonché dalle ore 22:00 del 31 dicembre 2020 alle ore 7:00 del 1° gennaio 2021 sono consentiti, esclusivamente, gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità o per motivi di salute;

Dal 21 dicembre prossimo al 6 gennaio 2021 è vietato, nell’ambito del territorio nazionale, ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, e nelle giornate del 25 e del 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021 è vietato, inoltre, ogni spostamento tra comuni, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute;

E’, comunque, consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in un’altra regione o provincia autonoma e, nelle giornate del 25 e 26 dicembre 2020 e del 1°gennaio 2021, anche ubicate in un altro Comune.

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...