lunedì 21 dicembre 2020

A Natale torna l’autocertificazione. Sul sito del ministero dell’Interno si può scaricare il nuovo modulo da portare con sé durante ogni spostamento in zona rossa.

 

Come è noto, i giorni in cui sarà necessario munirsi del documento sono:

24, 25, 26, 27 dicembre;

31 dicembre;

1, 2 e 3 gennaio;

5 e 6 gennaio;

L’autocertificazione non sarà invece necessaria quando l’Italia sarà in zona arancione nei giorni 28, 29 e 30 dicembre, 4 gennaio, per gli spostamenti all’interno dello stesso comune e al di fuori del proprio comune nel caso dei piccoli centri con meno di 5 mila abitanti, nel raggio di 30 chilometri.

In zona arancione, il modulo serve solo per uscire dal proprio Comune, cosa possibile per comprovate esigenze lavorative, motivi di salute e urgenza.

Non è consentito uscire dalla propria regione, neppure il 21, 22, 23 dicembre.

Gli spostamenti da e per le regioni sono possibili solo per comprovate esigenze che devono essere spiegate nell’autocertificazione.

Sull’autocertificazione servirà specificare, oltre ai dati anagrafici, con indicazione di residenza e domicilio, anche i motivi dell’uscita.

Le possibilità sono tre:

comprovate esigenze lavorative;

motivi di salute;

altri motivi ammessi dalle vigenti normative ovvero dai predetti decreti, ordinanze e altri provvedimenti che definiscono le misure di prevenzione della diffusione del contagio.

Infine, vanno indicati gli indirizzi di partenza e di destinazione.

I trasgressori rischiano una multa fino a 1.000 euro.

Nei giorni festivi, sarà possibile andare a casa di parenti e amici, ma con una limitazione: si può essere soltanto in due, accompagnati da minori di 14 anni.

Lo spostamento verso le abitazioni private, è consentito una volta sola al giorno in un arco temporale compreso fra le ore 05:00 e le ore 22:00. Si può andare verso una sola abitazione, e questa deve essere ubicata nella medesima regione.

Il coprifuoco rimane fissato dalle ore 22:00 alle ore 05:00.

A Capodanno è dalle ore 22:00 alle ore 07:00.

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...