venerdì 11 dicembre 2020

Spostamenti nelle festività. Il premier, Conte, invoca il parlamento. Il ministro Boccia contrario ad allentamenti delle misure. Il governatore della Campania chiede provvedimenti più rigorosi. La Lombardia pronta per la terza ondata di Covid

 

Il premier Conte apre uno spiraglio sulla possibilità di spostarsi da un Comune all'altro a Natale e capodanno.

"Se il Parlamento sovrano, assumendosene la responsabilità, vuole introdurre eccezioni - ha affermato il primo ministro - torneremo su questo punto".

A Conte, ha fatto eco il ministro per gli affari regionali, Francesco Boccia. "Sì - ha dichiarato - a chiarimenti. No agli allentamenti perché sarebbe da irresponsabili".

Intanto, la Campania chiede provvedimenti più rigorosi. Il governatore, Vincenzo De Luca è contrario "al rilassamento, all'apertura della mobilità, a tutte le manfrine a cui stiamo assistendo, comuni piccoli, comuni grandi, cosa dobbiamo fare a Natale.

In queste due settimane - incalza De Luca - ci giochiamo il futuro del nostro Paese. Dobbiamo avere la forza di resistere oggi a tutte le demagogie. Dobbiamo avere il coraggio di dire che quest'anno Natale e Capodanno non esistono, altrimenti andiamo al disastro".

Dal canto suo, la Lombardia si sta preparando per la terza ondata di Covid - 19 a gennaio.

"Nessuno di noi sa, esattamente, il quando e l'entità - ha commentato il dirigente della direzione generale welfare della regione, Marco Salmoiraghi -, ma tutti, ragionevolmente, prevediamo che purtroppo questo avvenga. La preparazione della terza ondata, troverà il sistema ancora più stanco rispetto alle prime due ondate. Già in questa seconda ondata - ha continuato Salmoiraghi - soprattutto nelle province che erano state pesantemente colpite dalla prima, abbiamo avuto delle difficoltà a coinvolgere operatori e strutture che mostravano evidenti segni della fatica, e questo va attentamente ponderato".

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...