martedì 24 novembre 2020

Nuovo Dpcm. "Spostamenti tra le regioni, misure ad hoc per il periodo natalizio e scuole".



Questi alcuni dei punti che saranno presenti nel prossimo Dpcm del premier, Giuseppe Conte. Il testo sostituirà quello in scadenza il 3 dicembre prossimo.

"Se continuiamo così – ha affermato il primo ministro - a fine mese non ci saranno più zone rosse. Sullo spostamento tra regioni a Natale ci stiamo lavorando.

Tuttavia – ha proseguito Conte - il periodo natalizio richiede misure ad hoc. Si rischia, altrimenti, di ripetere il ferragosto e non ce lo possiamo permettere. Consentire tutte le occasioni di socialità, tipiche del periodo natalizio non è possibile".

Il presidente del Consiglio si è soffermato anche sulla stagione sciistica. “Anche per gli impianti da sci – ha dichiarato - il problema del protocollo è un conto ma tutto ciò che ruota attorno alle vacanze sulla neve è incontrollabile. Insieme alla cancelliera tedesca Merkel e il presidente francese Macron, in Europa stiamo lavorando ad un protocollo comune europeo. Non è possibile consentire vacanze sulla neve, non possiamo permettercelo".

E sul Natale? "Vogliamo ridurre la socialità – ha chiosato Conte -, ma consentire la tradizione a noi molto cara dei doni. In questo senso è controproducente limitare gli orari dei negozi”.

Nel prossimo Dpcm, ci saranno nuovi provvedimenti in campo economico. "Abbiamo stanziato 2 miliardi aggiuntivi – ha spiegato il premier - ed è previsto uno scostamento di 8 miliardi. Sappiamo quanto vale il Natale. Abbiamo messo sul tavolo consistenti ristori. Il decreto conterrà interventi per la cultura, lo spettacolo e il turismo e interventi anche per partite iva e autonomi”.

Per quanto riguarda le scuole, non è ancora chiaro se ci saranno misure specifiche già dal prossimo Dpcm, ma il primo ministro ha voluto chiarire che l’esecutivo cercherà di "aprire le scuole prima di Natale. Stiamo lavorando per questo".

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...