giovedì 26 novembre 2020

Emergenza sanità in Calabria. Sit in di protesta a Catanzaro.

 

La manifestazione, promossa davanti alla sede della Regione da Cgil, Cisl e Uil, è stata indetta per denunciare l'emergenza sanità e i ritardi nella nomina del nuovo commissario da parte del governo nazionale. 

Alla mobilitazione, stanno partecipando alcune centinaia di manifestanti, un numero contingentato per evitare assembramenti incontrollati e non rispettosi delle misure anti-coronavirus.

Alla guida del sit-in ci sono Angelo Sposato, Tonino Russo e Santo Biondo, rispettivamente segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Calabria.

Molti i punti al centro della piattaforma di rivendicazioni da parte dei sindacati, che chiedono, in primo luogo, l'immediata nomina, da parte del governo, del commissario ad acta della sanità calabrese.

“Un commissario con un ampio mandato operativo, con la possibilità - sostengono Cgil, Cisl e Uil - di scegliere la sua squadra anche al di fuori della struttura regionale per poter operare liberamente e in profondità, intensificando controlli e verifiche su gestione degli appalti, servizi esternalizzati, politica degli accreditamenti delle strutture private, sulle aziende sanitarie sciolte per infiltrazioni mafiose".

I sindacati intervengono con forza sul commissariamento. “Quello che chiediamo –  hanno dichiarato i dirigenti – è il superamento dello stallo in cui ci troviamo per la scelta del Commissario. Siamo qui per chiedere al Governo di decidere e di assumersi le responsabilità di un commissariamento che ha fallito ed ha prodotto più guasti che benefici per i calabresi.

Siamo delusi da questo ritardo che il governo ha prodotto sulla questione commissariamento. Non vorremmo che la salute diventi un problema di equilibri politici tra forze politiche di maggioranza e opposizione. Quindi si faccia presto”


Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...