giovedì 19 novembre 2020

Emergenza Covid. Probabili altre regioni in zona rossa

 

La zona rossa potrebbe allargarsi ad altre regioni. Si parla della Puglia, anche se pare si voglia agire, adottando misure restrittive circoscritte alle province piuttosto che alle città.


"Fino al 3 dicembre non è in discussione – ha affermato i ministro per gli affari regionali, Francesco Boccia, intervistato su Rai 1 -. Oggi, ci sono alcune Regioni in rosso, non escludo che ce ne possano essere altre nei prossimi giorni. Questo dipende dai dati del monitoraggio di ogni settimana".

Boccia, si sofferma sulla situazione che riguarda la Puglia. “Dipende dai dati – ha aggiunto -. Fa bene il governatore Emiliano a chiedere restrizioni e essere rigoroso. Se lo chiede per due province, se ci sono le condizioni, ha senso chiederlo per tutta la regione nella prima fase. Ma aspettiamo i dati".

Il ministro per gli affari regionali, interviene anche sulla crisi che sta attanagliando la Calabria.

“In questa regione – ha spiegato il ministro Boccia - il piano Covid c’è. Spirlì sa che stiamo lavorando insieme sull’emergenza, con la Protezione civile, le aziende ospedaliere, il personale sanitario. Credo che in questo momento nessuno di noi possa fare il burocrate – ha chiosato Boccia -. Chi fa politica deve assumere decisioni. Stiamo lavorando indipendentemente dal commissario ad acta che, quando ci sarà ci aiuterà”.

 

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...