lunedì 11 gennaio 2021

In arrivo un nuovo ''Decreto Ristori''. E' il quinto dall'inizio della pandemia. Le nuove misure coinvolgerebbero tutte le Partite Iva

 


Il Dl dovrebbe arrivare insieme al prossimo Decreto del presidente del consiglio dei ministri del 16 gennaio prossimo.

Previsti nuovi bonus e finanziamenti a fondo perduto alle categorie che sono state più colpite all’emergenza economica, legata dalla pandemia.

Tra le principali novità non sarebbero previsti limiti a specifici codici Ateco (ora sono 160).

Le nuove misure, coinvolgerebbero tutti i titolari di partita Iva, compresi professionisti come avvocati e architetti.

Per questa operazione, l’esecutivo nazionale potrebbe chiedere al Parlamento di aumentare ulteriormente il deficit per poter intervenire su tutte le partite Iva.

I nuovi indennizzi, non terrebbero conto del colore della regione di appartenenza e dell’attività economica di riferimento.

Il sostegno dovrebbe, dunque, essere esteso a tutti coloro che dimostreranno di aver avuto perdite di fatturato, indipendentemente dalla regione.

Cambierebbe anche il periodo di riferimento per dimostrare la diminuzione di incassi. Da quanto si è appreso, si dovrebbe tener conto dei primi sei mesi del 2020 e non più della differenza tra aprile 2020 e lo stesso mese del 2019.

Potrebbe essere varata anche una nuova cassa integrazione insieme ad una complessiva riforma degli ammortizzatori sociali con più attenzione ai lavoratori autonomi.

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...