sabato 30 gennaio 2021

Crisi di governo. Consultazioni a Montecitorio. Il presidente Fico, ha incontrato la delegazione del M5S. Crimi: "La scelta di Conte come guida dell'esecutivo è indiscutibile, così come il no al Mes"

 

Sono iniziate a Montecitorio le consultazioni del presidente della Camera, Roberto Fico, con le delegazioni di maggioranza.

Ad incontrare la terza carica dello Stato per primi sono stati gli esponenti del Movimento 5 Stelle.

“Nell’ambito dell’incontro con il presidente Fico – ha dichiarato il capo politico del M5S, Vito Crimi - abbiamo posto l'esigenza che si lavori a un cronoprogramma dettagliato in temi e tempi, che dia comunicazione certa del lavoro che il governo dovrà fare e che dovrà essere, solennemente, sottoscritto da tutte le forze che parteciperanno al governo.

La scelta di Conte come guida del governo è indiscutibile – ha continuato Crimi - e frutto di sintesi ed equilibrio tra le forze di maggioranza. E su quella sulla quale si può costruire un grande lavoro.

 È necessario dare una risposta in tempi rapidi, efficace e determinata. Sul tema dei ristori e del sostegno alle imprese deve esserci un netto lavoro di prosecuzione e miglioramento del percorso già fatto. Su questo siamo disposti a lavorare.

Siamo pronti ad affrontare questa sfida con tutte le forze che hanno composto la maggioranza questo anno e mezzo – ha ribadito l’esponente pentastellato - per dare al Paese un governo nel più breve tempo possibile, che è quello di cui abbiamo bisogno".

Immaginiamo altri incontri anche con altre forze politiche. Ci sono da portare a termine le riforme istituzionali, la cornice attorno al taglio dei parlamentari, che dovevano essere realizzate a che hanno avuto uno stop.

Abbiamo chiesto che siano accantonati alcune temi, strumentali e divisi, penso al Mes, e prendere atto che non c'è una maggioranza" che lo appoggia e quindi che venga tolto dall'agenda e ci si concentri sulle questioni che hanno un sentire comune e siano più importanti.

Abbiamo proposto di partire dall'agenda 2021- 23 cioè quel lavoro sul programma, iniziato dopo il vertice del 5 novembre, a cui avevano partecipato tutte le forze politiche.

Uno dei tavoli era sulle proposte per il periodo post pandemico. Furono coinvolte tutte le forze ed era in stato avanzato. Possiamo partire da quello, declinando poi in quale direzione si può andare, tenendo conto che il governo ha 24 mesi di lavoro sino a fine legislatura".

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...