mercoledì 20 gennaio 2021

Ritardo vaccini anti Covid. Il Governo italiano ha attivato l'Avvocatura Generale dello Stato

 

Il Governo italiano ha attivato l'Avvocatura Generale dello Stato per valutare i diversi profili di responsabilità della casa farmaceutica Pfizer, in caso di inadempienza, e le possibili azioni da intraprendere a tutela degli interessi del Paese e dei cittadini.

È quanto si apprende da ambienti governativi e della struttura Commissariale per l'Emergenza. 

Oggi, sono arrivate in Italia le ultime dosi di vaccini del carico settimanale di Pfizer, circa 330mila. Questo lotto, è privo del 29% delle dosi previste da contratto.

Anche la prossima settimana, con l'arrivo del nuovo carico, è previsto sul lotto specifico un altro ammanco che, da quanto si apprende,  sarà però inferiore al 29%.

Si parla di una rimodulazione del Piano vaccinale.

La decisione di rivedere il piano è diventata necessaria visto che la casa farmaceutica americana non ha dato alcuna garanzia concreta che dalla settimana prossima si torni alla normalità, limitandosi a promettere in un comunicato stampa che si riprenderà con il "calendario iniziale di distribuzione all'Ue a partire dalla settimana del 25 gennaio".

L'incontro tra il governo, con i ministri Francesco Boccia e Roberto Speranza e il commissario per l'emergenza Domenico Arcuri, e le Regioni, ha avuto come obiettivo quello di evitare che vengano vanificati gli sforzi fatti finora, garantendo al milione e 200mila italiani che hanno già fatto il vaccino di poter fare anche il richiamo.

L'ipotesi di un 'meccanismo di solidarietà' tra regioni, resta ancora in piedi, anche se tra i governatori non c’è una linea comune, con le regioni più virtuose che fanno resistenza e non accettano di essere penalizzate per aver rispettato le indicazioni, date dallo stesso governo.

Intanto, dopo Arcuri, anche il direttore generale dell'Aifa, Nicola Magrini, ha criticato le decisioni di Pfizer. 

"E' un ritardo molto preoccupante – ha dichiarato - anche perché è stato comunicato tutto all'ultimo minuto. 

Se si tratta di un ritardo di una sola settimana le conseguenze potrebbero non essere così gravi".

(Fonte Ansa)

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...