venerdì 22 gennaio 2021

Recovery Plan. Il governo incontra i sindacati

 

Incontro oggi, in videoconferenza, tra il premier Giuseppe Conte e i leader di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Pierpaolo Bombardieri.

Sul tavolo, al quale stanno partecipando, tra gli altri, il ministro dell’economia, Roberto Gualtieri, quello per il Sud, Giuseppe Provenzano, al lavoro, Nunzia Catalfo, alle infrastrutture, Paola De Micheli e il sottosegretario al lavoro, Francesca Puglisi, il ‘Piano nazionale di ripresa e resilienza” che l’esecutivo ha messo a punto per utilizzare le risorse del Recovery fund e del Next generation Eu.

L’attenzione, si concentrerà, con molta probabilità, anche sul nuovo Decreto legge ‘’Ristori’’ che prorogherà, dal 31 marzo prossimo, la Cig per Covid in maniera differenziata e i nuovi interventi a sostegno dell'economia.

"Vi vedo con grande piacere - avrebbe detto il premier Conte, rivolgendosi ai leader sindacali -. Grazie per il contributo che avete dato al Paese in questi mesi difficili, rinunciando anche alla vostre legittime rivendicazioni.

Abbiamo affinato la visione strategica del Recovery Fund - ha continuato il primo ministro. Dobbiamo liberare il potenziale della crescita economica e rafforzare la coesione sociale.

Con il piano ci sarà una crescita significativa del Pil, ma anche degli indici di benessere. Contiamo di avere un impatto positivo per una crescita di almeno 3 punti in più nel 2026 rispetto a quella ordinaria".

Per il ministro Gualtieri, da quanto si è appreso da fonti sindacali, "serve un confronto operativo e serrato per rispettare rigorosamente i tempi per la finalizzazione degli interventi e l’attuazione concreta del piano".

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...