martedì 12 gennaio 2021

Crisi di governo. Renzi: "A decidere è stato il premier. Forse ha i numeri in parlamento". Domani, Italia Viva dovrebbe, comunque, votare le risoluzioni di maggioranza sullo stato di emergenza

"Non sono stato io a decidere. A decidere è stato, questa mattina, il presidente Conte. Evidentemente ha i numeri parlamentari per andare avanti. Per me non è un problema. È la democrazia parlamentare".

È quanto ha affermato il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, parlando al Senato, a margine delle votazioni a Palazzo Madama.

La crisi, sembra, ormai, inevitabile. "Ho chiesto temi veri – ha spiegato Renzi -. Non ho mai detto dimissioni Conte e poi vediamo. Le mie dichiarazioni sono state chiare".

Da Palazzo Chigi, il pensiero del premier era stato chiaro e puntuale. "Se Matteo Renzi si assumerà la responsabilità di una crisi di governo in piena pandemia, per il premier, Giuseppe Conte, sarà impossibile rifare un nuovo esecutivo con il sostegno di Iv".

Un vero e proprio no ad un esecutivo con Italia Viva se si dovesse aprire, formalmente la crisi.

Stasera Italia viva ritira le sue ministre dal governo? "Sembra che sia il ritiro dei panni – ha chiosato Renzi -. Stiamo parlando di donne con un'esperienza straordinaria. Stasera vediamo che tipo di discussione viene fuori e domani facciamo una conferenza stampa e ne parliamo". 

Intanto, da Iv pare essere arrivata un’apertura. Secondo quanto si è appreso, il gruppo politico dovrebbe votare le risoluzioni di maggioranza sullo stato di emergenza, legato al Covid, a prescindere dall'evolversi del dibattito in Consiglio di ministri sul Recovery Fund.

Lo avrebbe assicurato, fanno sapere fonti di Italia Viva, il capogruppo dei renziani al Senato, Davide Faraone, durante una riunione di maggioranza prima della capigruppo.

Matteo Renzi e Roberto Speranza si sarebbero sentiti al telefono e il leader di Iv avrebbe assicurato al ministro della salute che, comunque vada il dibattito in Cdm, domani in parlamento Italia viva voterà le risoluzioni di maggioranza sullo stato di emergenza legato al Covid.

Faraone avrebbe duramente attaccato Conte per le parole di questa mattina ma anche ribadito che Iv, a prescindere dagli sviluppi della crisi di governo, non farà mancare il suo sostegno alle misure per contrastare l'emergenza pandemica.


Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...