lunedì 18 gennaio 2021

Crisi di governo. Maria Elena Boschi (Italia Viva): "Confermiamo la linea dell'astensione. Non chiudiamo al dialogo, ma si deve ripartire dalle proposte e dalle idee". Rosato (Iv): "la lentezza e la fatica di scegliere e decidere per chi è al governo è un problema serio"

 

"Abbiamo deciso oggi di confermare la linea dell'astensione sulla fiducia”.

Così la parlamentare di Italia Viva, Maria Elena Boschi, confermando l’astensione “proprio perché – ha affermato - abbiamo scelto con qualche sacrificio che la cosa migliore sia lavorare nell'interesse del Paese.

Abbiamo rinunciato ai posti che avevamo – ha detto Boschi al Tg4 - ma non rinunciamo alle nostre idee. Non chiudiamo al dialogo, ma si deve ripartire dalle proposte e dalle idee.

Le parole del presidente del Consiglio sembravano invece - ha aggiunto la capogruppo Iv alla Camera - più dirette a raccogliere voti. Magari da altre parti, forse coinvolgendo pezzi del centrodestra".

Da parte sua, Ettore Rosato è stato molto chiaro nel suo intervento nell’ambito delle dichiarazioni di voto a Montecitorio. "Nessuno dice che non ci si sia impegnati al governo o che i ministri del suo governo non hanno fatto niente – ha dichiarato, rivolgendosi al premier -, ma la lentezza e la fatica di scegliere e decidere per chi è al governo è un problema serio.

Lei si è soffermato sul Mes – ha aggiunto Rosato -. Ha detto che il Mes è un problema divisivo, le riconosco che lo ha sempre detto, ma non basta. Nel M5s ci sono persone che capiscono, come noi, non ci sono differenze da questo punto di vista...".

Parole, queste, che hanno suscitato la reazione contrariata dei pentastellati e l'ironia del centrodestra. "Non ve la prendete -  ha continuato Rosato, rivolgendosi ai grillini - non volevo essere offensivo, lo dico al capogruppo Crippa mi scuso se qualcuno lo ha interpretato offensivo, non lo era.

Conosco i colleghi del M5s da 8 anni. Tra loro, ci sono molte persone che stimo e che hanno capacità di discernere le questioni. Non sono più il M5s del No Tav, no Tap, no tutto. Se prendo a prestito 100 euro con il Mes voglio che qualcuno mi spieghi perché non lo dobbiamo prendere, voglio un confronto non ideologico".

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...