mercoledì 28 ottobre 2020

Scalea. Emergenza Covid - 19. Stanziati 60 mila euro per le famiglie in difficoltà. Il vicesindaco, Annalisa Alfano: "Messe in moto azioni per potenziare il settore dei servizi sociali e avviare un proficuo dialogo nell’interesse delle fasce deboli"

 


L’Amministrazione comunale di Scalea ha stanziato 59mila 738 euro per l’erogazione di misure di sostegno e la solidarietà alimentare in favore di nuclei familiari in difficoltà anche temporanea dovuta all’emergenza sanitaria Covid-19. Con determina numero 27 del 28 ottobre scorso, sono stati approvati gli avvisi pubblici relativi al completamento dell’iter già avviato a giugno dal Commissario straordinario Francesco Massidda che aveva partecipato all’iniziativa avviata dalla Regione Calabria denominata “Misure di solidarietà”. “Si tratta di due avvisi – si legge in una nota stampa . Uno per l’acquisizione di manifestazione di interesse per la formazione di un elenco di esercizi commerciali, farmacie e parafarmacie, disponibili a consentire l’acquisto di generi alimentari e di beni di prima necessità. L’altro per l’erogazione di tali contributi a seguito della presentazione delle domande fino all’esaurimento dei fondi”. La determina, firmata dal Segretario comunale, Nicola Falcone  “è il punto di arrivo - – ha spiegato il Vicesindaco e Assessore alle politiche sociali, Annalisa Alfano – di una prima parte del processo, necessario all’erogazione dei contributi che, purtroppo, è stata rallentata dal lavoro straordinario che gli uffici hanno dovuto sostenere durante l’estate. Mesi intensi – ha spiegato Alfano - che hanno previsto anche il lavoro, relativo all’indizione e allo svolgimento delle elezioni le quali hanno portato, come conseguenza, un inevitabile periodo di ricognizione da parte della nuova amministrazione, tra l’altro in un momento in cui la pandemia da Covid-19 si è presentata con tutta la sua irruenza nella vita quotidiana dei cittadini di Scalea e dell’alto Tirreno cosentino. Nonostante questi motivi e, anzi, proprio per andare incontro alle esigenze delle fasce più colpite dal prolungarsi dello stato di emergenza e di ristrettezza – ha affermato il Vicesindaco Alfano – grazie al prezioso contributo della consigliera con delega alle pari opportunità e alla famiglia, Maria Teresa Faillace, ho voluto che si portasse a compimento questo iter nel minor tempo possibile considerando anche che con la pubblicazione degli avvisi abbiamo esaurito soltanto una prima fase”. Per arrivare all’erogazione dei contributi sarà, infatti, necessario raccogliere le adesioni degli esercenti ad accettare i buoni spesa erogati dalla Regione e, contemporaneamente, raccogliere le richieste dei cittadini per poi erogare i contributi. “A tal proposito – ha proseguito il Annalisa Alfano - voglio informare sia gli esercenti che i cittadini che saranno disponibili sul nostro sito e sulle nostre pagine social tutte le informazioni necessarie per poter aderire. Ci tengo a precisare – ha dichiarato il vicesindaco - che, per quanto riguarda le persone che intendono fare richiesta del contributo sarà indispensabile scaricare il modulo, compilarlo e successivamente inviarlo via mail a urp.scalea@asmepec.it o presentarlo all’ufficio protocollo. Questa fase è indispensabile all’erogazione dei fondi. Le domande, dopo essere state presentate dai cittadini, dovranno, infatti, essere caricate sull’apposita piattaforma dal personale comunale. Sarà cura dell’amministrazione comunale e degli uffici preposti – ha detto Alfano – accelerare quanto più possibile le operazioni e, proprio a tal fine, chiediamo la massima collaborazione ai cittadini e la necessaria pazienza per consentire di espletare al meglio il servizio. Mi preme inoltre sottolineare – ha concluso il Vicesindaco Alfano – che l’amministrazione comunale ha messo in moto tutta una serie di azioni per potenziare il settore dei servizi sociali e avviare un proficuo dialogo nell’interesse delle fasce deboli con il comune di Praia a Mare, capofila dei Piani di zona, strumento fondamentale per il coordinamento e la progettazione di interventi indifferibili in questo importantissimo settore”.

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...