giovedì 8 giugno 2017

L'intelligence a 10 anni dalla riforma. Simposio a Cosenza

 “Intelligence: a dieci anni dalla riforma. Risultati, questione aperte, prospettive”. È questo il titolo della giornata di studi che si svolgerà il prossimo 19 giugno all’Università della Calabria, dalle ore 9:30 alle ore 17:30, presso l’Aula magna "Beniamino Andreatta".
L’evento è stato promosso dal Centro di documentazione scientifica sull’Intelligence dell’Unical, in collaborazione con il Dipartimento delle informazioni per la sicurezza della Repubblica, il Laboratorio nazionale Cini di Cybersecurity e la rivista di geopolitica Limes.
Dopo i saluti del Magnifico rettore dell’ateneo cosentino, Gino Mirocle Crisci, e del direttore del dipartimento di lingue e scienze dell'educazione, Roberto Guarasci, si passerà alle introduzioni del direttore del master in intelligence dell’Università della Calabria, Mario Caligiuri, e del docente e componente del comitato scientifico del master, Marco Valentini.
In seguito, le relazioni del direttore del dipartimento delle Informazioni per la sicurezza della Presidenza del consiglio, Alessandro Pansa, e del vice presidente del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, Giuseppe Esposito, si aprirà la prima sessione del meeting dal titolo: “I 10 anni trascorsi: quello che è stato”.
La prima relazione, sarà svolta dal Prefetto e consigliere di Stato Carlo Mosca: “Il percorso legislativo delle riforme del sistema d’intelligence”, alla quale seguirà quella del direttore di “Limes” Lucio Caracciolo: “Geopolitica e intelligence”.
Alle ore 15:00, riprenderanno i lavori con la seconda sessione del convegno, dal titolo “I prossimi 10 anni: quello che potrà essere” con le relazioni del professore della George Washington University, Lorenzo Vidino: “La radicalizzazione in Italia e in Europa”; del direttore del laboratorio nazionale Cini di Cybersecurity, Roberto Baldoni: “Cybersecurity e Big Data per l’interesse nazionale” e del professore dell’Università "Gabriele D'Annunzio" di Pescara, Antonio Maria Rinaldi: “Le guerre economiche: il ruolo dell'intelligence”. Le conclusioni, sono state affidate al Ministro dell’interno, Marco Minniti.

I lavori saranno seguiti da Radio Radicale mentre le relazioni verranno pubblicate nella collana editoriale del Centro di documentazione scientifica sull’Intelligence dell’’Università della Calabria.

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...