domenica 19 gennaio 2014

I miei articoli su telegiornaliste.com "Cristiana Capotondi: una vita al top della cinematografia"


È una delle attrici italiane più belle ed espressive degli ultimi tempi.

Si tratta di Cristiana Capotondi, classe 1980, una carriera artistica iniziata in tenera età; a 13 anni, infatti, la giovane Capotondi esordisce nella miniserie televisiva Amico mio con Massimo Dapporto; l’anno dopo, recita in Italian Restaurant accanto a Gigi Proietti e Nancy Brilli, e nel 1996 partecipa alla serie televisiva SPQR, prodotta da Aurelio De Laurentiis, in cui interpreta la figlia di Antonello Fassari.

Dalle fiction Cristiana arricchisce il proprio curriculum
professionale con gli spot pubblicitari che la rendono nota al grande pubblico: nel 1993, infatti, è la protagonista dello spot del Tegolino del Mulino bianco e del gelato Maxibon, caratterizzato dalla frase two gust is megl' che one che, in quel periodo, diviene un vero e proprio tormentone.

Poi arriva il cinema: nel ’95, Cristiana Capotondi gira Vacanze di Natale, accanto a Massimo Boldi e Luke Perry, il bello di Beverly Hills 90210. Nel 1998 recita in Un nero per casa, diretto e interpretato da Gigi Proietti e, successivamente, nelle miniserie Tv Anni '50 e Anni '60, dirette, entrambe, da Carlo Vanzina.

E non è tutto: nel 2000 la Capotondi interpreta, a fianco di Lino Banfi, Ben Gazzara e Stefania Sandrelli il film tv, diretto da Josè Maria Sanchez, Piovuto dal cielo, e nel 2001 recita sia nella miniserie Angelo il custode che in Compagni di scuola, accanto a Riccardo Scamarcio e Laura Chiatti.

Negli anni a venire, ha lavorato anche con Stefano Accorsi ne Il giovane Casanova, diretto da Giacomo Battiato, ed è stata una delle protagoniste della serie televisiva Orgoglio.

Il cinema resta, comunque, il suo punto di forza: interpreta di nuovo il ruolo della figlia di Massimo Boldi in Christmas in love, e recita accanto a Giorgio Pasotti nel film Volevo solo dormirle addosso, diretto da Eugenio Cappucci. Per l’interpretazione di questi due ruoli, riceve una candidatura come miglior attrice non protagonista ai Nastri d'argento. Nel frattempo, siamo nel 2005, si laurea con lode in Scienze della Comunicazione presso l'Università La Sapienza di Roma.

L’anno seguente arriva il ruolo di co-protagonista della fiction Joe Petrosino e riceve la sua prima candidatura ai David di Donatello come miglior attrice protagonista, per il ruolo di Claudia, in Notte prima degli esami con Giorgio Faletti e Nicolas Vaporidis; nel 2007 è protagonista del film I Viceré di Roberto Faenza e del film Scrivilo sui muri con Ludovico Fremont, mentre nel 2008 è la punta di diamante del remake televisivo del capolavoro di Alfred Hitchcock Rebecca, la prima moglie. Poi, il ritorno sul grande schermo con Ex.

Splendida la sua interpretazione di Sissi, la miniserie televisiva del 2010, andata in onda su Rai Uno e la partecipazione al corto The Wholly Family; inoltre, e siamo al 2011, il ruolo, a fianco di Fabio De Luigi, nel film La peggior settimana della mia vita e la partecipazione a La kryptonite nella borsa nel ruolo di Titina, per il quale riceve una candidatura come miglior attrice non protagonista ai David di Donatello.

Cristiana Capotondi si cimenta anche nel doppiaggio: ricordiamo Educazione siberiana, dove la bravissima attrice presta la voce alla protagonista femminile, Xenya, senza dimenticare la brillante interpretazione, l’anno scorso, insieme a Claudia Gerini e Sabrina Impacciatore, in Amiche da morire, per il quale le tre attrici hanno ricevuto il Super ciak d'oro.

Insomma, una carriera cinematografica importante per una donna dal grande carisma e dalla personalità, arricchita da un’umiltà profonda.

Maria Cristina Saullo

Nessun commento:

Posta un commento