martedì 26 aprile 2022

"No alla Guerra. Si alla Pace e all'Amore". Le dame e i cavalieri templari della Pietà del Pellicano scrivono al Santo Padre e agli ambasciatori di Ucraina e Russia

 

 

Nei giorni scorsi, all’Eremo dei Camaldoli di Visciano, in provincia di Napoli, si è tenuto un significativo evento dei Templari della Pietà del Pellicano.


I cavalieri e le dame, si sono ritrovati in ritiro spirituale in un luogo suggestivo, dedicato alla meditazione e alla preghiera, guidati dal Gran Maestro, Nino Aloi, Principe della Pietà del Pellicano, in collaborazione con l’Ambasciatore mondiale, Mario Saullo.

L’indomani, hanno, poi, partecipato ad un corteo per la pace in Ucraina, svoltosi lungo le strade del Castello di Sirignano, al margine del quale è stato redatto un messaggio che sarà inviato alle ambasciate russa ed Ucraina e al Santo Padre. 



Nella missiva, si chiede, a viva voce, un cessate il fuoco. Tutti noi, abbiamo il dovere di diventare ambasciatori di Pace. Quel senso di beltà che nasce dal cuore e dall'anima di coloro i quali credono che si possa continuare a vivere in un mondo migliore.


Il conflitto nel cuore dell'Europa sta dilaniando l'anima di ognuno. L'impegno comune è quello di costruire dialogo e pace, lavorando per far cessare le ostilità e ridare al popolo ucraino quella libertà tanto bramata.

Il Gran Maestro, Nino Aloi, ha concluso i lavori dichiarando che la pace “si costruisce dapprima dentro il cuore di ognuno” e ha invitato i numerosissimi cavalieri, accorsi da tutta Italia, al quotidiano impegno per la Carità e la concordia.

Nessun commento:

Posta un commento

Operare per i più bisognosi. Dedizione di chi ha a cuore il bene

  Impegnarsi, quotidianamente, per i poveri e i piccoli. È questo l’insegnamento che ogni buon cristiano è chiamato ad assolvere. Domenica...